Sussidi Avvento – Natale 2020

Diocesi di  BRINDISI-OSTUNI

UFFICIO   LITURGICO

                           Carissimi,

l’inizio del nuovo Anno Liturgico coincide con quello dell’entrata in vigore della nuova edizione italiana del Messale Romano. Tanto ha stabilito l’Arcivescovo in comunione con tutti i Vescovi di Puglia: l’obbligo dalla I domenica di Avvento dell’uso della nuova edizione del Messale Romano. Anche con questo Libro i nostri vescovi ci indicano le esigenze della Riforma Liturgica in vista del Rinnovamento delle nostre comunità.

La formazione liturgica dei pastori e delle nostre assemblee richiesta dalla Sacrosanctum Concilium (cfr n. 14) è la condizione per accogliere e vivere il Dono della liturgia, quale spazio sacramentale dell’incontro con Dio in Cristo e prima e per di più necessaria sorgente dalla quale i fedeli possano attingere uno spirito veramente cristiano (SC, 14).

Lasciarsi plasmare dalla Parola e dallo Spirito nella celebrazione liturgica è l’esercizio essenziale del cristianesimo perché ciascuno diventi quello che è per il dono del Battesimo.

A tutto questo, con disponibilità nuova, ci chiama l’accoglienza della nuova edizione del Messale.

Non basta aver letto qualche presentazione del Libro. Non basta essere fedeli alla sua guida. E’ necessario far conoscere il tesoro  della fede della Chiesa in preghiera.

Invitiamo tutti pertanto a leggere pacatamente le pagine introduttive del Messale Romano. A cominciare dai decreti di pubblicazione, dall’ampia e opportuna Presentazione della CEI, dall’Ordinamento Generale, delle Precisazioni della CEI, senza trascurare i due documenti di papa Paolo VI: la Costituzione Apostolica Missale Romanum e la lettera Apostolica Mysterii paschalis.

Qui troveremo il senso, i motivi e il fondamento teologico-liturgico di questa nuova edizione del Messale Romano, che nelle opportune edizioni nazionali obbedisce agli intendimenti del Concilio Ecumenico Vat.II, propiziando la riforma evangelica permanente delle nostre comunità.

Inviando i sussidi per vivere insieme i primi giorni di Avvento con la Novena dell’Immacolata e gli ultimi giorni dell’Avvento, con la Novena di Natale, Vi esortiamo ad accompagnare la preghiera e la riflessione, oltre che primariamente col Vangelo del giorno, anche con i testi del Messale Romano che vanno da p. I a p. XLIII. Sarà, poi, il resto dell’Anno Liturgico a darci la possibilità di esperimentare e continuare ad approfondire i contenuti, le esigenze e le attenzioni pastorali che il Messale reca in sé per ogni celebrazione. E’ poiché la celebrazione è la viva azione di Cristo e del suo popolo,facciamo in modo che, nelle nostre assemblee, tutti si aprano all’Opera di Dio in Cristo (Opus Dei – Opus Redemptionis) in grazia dello Spirito Santo, con una partecipazione piena, consapevolee fruttuosa (cfr SC, 11).

        I sussidi che inviamo partono, come sempre, essenzialmente dalla Liturgia del giorno (specialmente dal Vangelo) tenendo conto della situazione di fragilità che oggi viviamo a causa della pandemia, figura della fragilità radicale della nostra condizione umana, amata e redenta dal Signore Gesù.

Essi sono:

  1. Maria presenta al Figlio la fragilità dell’uomo

Preghiera nella Novena di Maria SS. Madre Immacolata;

  1. Attendere il Signore, riscoprire la fraternità

Liturgia penitenziale per l’Avvento;

  1. Accogliere colui che viene nella fragilità dell’uomo

Novena di Natale 2020.

 

Fraterni saluti. A tutti buon cammino

       L’ufficio Liturgico Diocesano

 

Circolare Avvento 2020

image_pdfimage_print