Livatino, testimone di fede e di diritto

UN  LAICO CRISTIANO, TESTIMONE  DI  FEDE E  DI DIRITTO

Si è svolto nel teatro comunale di Mesagne,  la sera di sabato 16 marzo 2019, con buona partecipazione, un incontro sul giudice Rosario Livatino, “testimone di fede e di diritto”.  Ha introdotto l’avv. Francesco Laterza dell’Azione Cattolica di Mesagne. Poi ha tenuto una prima  interessante relazione don Giuseppe Livatino, della diocesi di Agrigento, postulatore della causa di beatificazione del giudice Livatino, che raccontando diversi fatti concreti, ne ha messo in luce lo spessore di vita cristiana e ha ben chiarito che la causa di beatificazione è stata introdotto non semplicemente a motivo della morte del giudice, ma soprattutto a motivo della sua vita. Ha preso poi la parola il dott. Domenico Airoma, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Napoli nord, che, in qualità di vicepresidente del centro studi Rosario Livatino,ha mostrato come tutta l’attività professionale di Livatino, svolta con competenza e dedizione  e permeata di valori cristiani, è divenuta naturalmente una forte testimonianza di santità laicale. L’incontro, moderato dall’avv. Pantaleo Binetti,  è stato concluso dall’arcivescovo mons. Caliandro, che ha sottolineato l’esemplarità di Livatino,  nell’ottica dell’impegno dei laici cristiani nelle realtà terrene, secondo l’insegnamento del Concilio Vaticano. L’iniziativa è stata  pensata e organizzata dall’Ufficio di pastorale sociale della nostra diocesi.

image_pdfimage_print