Concelebrazione per don Mario Guadalupi

Mons. Mario Guadalupi

Mentre  con l’Arcivescovo ritornavamo in sagrestia, al termine della Messa in coena Dominila sera del 18 aprile 2019, una voce commossa ci ha annunciato: “Poco fa’ è spirato don Mario”.  La mattina seguente la salma, dal “Focolare” di Brindisi dove è deceduto,  è stata portata presso la chiesa delle Anime, di cui era stato rettore per alcuni anni. Nel pomeriggio del venerdì santo i funerali presieduti da mons. Caliandro presso il santuario di S.Maria degli Angeli, di cui don Mario era divenuto rettore nel 2002 e lo era stato praticamente fino all’anno scorso, quando le sue condizioni di salute erano rapidamente peggiorate. La mattina del sabato santo è stato seppellito nella tomba del Capitolo. Così si è svolto per lui l’ultimo Triduo Pasquale, attendendo ormai la resurrezione finale. Mons. Mario Guadalupi, nato il 1° settembre 2019, era stato ordinato il 12 luglio 1953. L’anno scorso abbiamo festeggiato il suo 65° anniversario di sacerdozio a Ostuni, presso la struttura gestita da don Franco Blasi. Don Mario concelebrava con me, un po’ confuso come lo era negli ultimi tempi, ma evidentemente contento dell’affetto che gli manifestavo insieme a d.Antonio, alle suore e agli altri venuti da Brindisi. In tanti anni di sacerdozio,  oltre il ministero nelle due chiese già ricordate, è stato parroco in Cattedrale per 21 anni.  Inoltre,  essendo appassionato di sport, è stato assistente spirituale del Centro Sportivo Italiano e di altre realtà brindisine legate al mondo dello sport.  Ma l’incarico che ha svolto praticamente per tutta la sua vita è stato quella di responsabile dell’Ufficio Amministrativo, i primi due anni come segretario dell’Ufficio, alla scuola di mons. Armando Franco, e poi come direttore per vari decenni ininterrottamente. Ha consegnato gli ultimi registri nelle mie mani nel 2013, quando l’Arcivescovo mi chiese l’obbedienza di seguire quel settore della vita diocesana. In tale occasione fui lieto di dare lettura a don Mario della lettera gratulatoria a lui indirizzata dal Pastore della diocesi, anche a nome dei suoi predecessori. C’era scritto tra l’altro: “Per l’arco di circa sessant’anni…quante volte hai salito le scale della Curia per  assicurare la tua presenza quotidiana  in un lavoro spesso oscuro, ma davvero indispensabile! Nell’Archivio diocesano e nei singoli archivi parrocchiali sono innumerevoli le pratiche che portano la tua firma e recano la risultante  della tua fatica e della tua dedizione.  In tutto ciò hai inteso soprattutto collaborare con il Vescovo, chiunque fosse.  Lascia, dunque, che sia  l’attuale Pastore della Chiesa di Brindisi-Ostuni a consegnarti il grazie e a benedirti con effusione di sentimento in pegno di quella celeste ricompensa che è promessa a coloro che servono  fedelmente il Signore e la Chiesa sua Sposa.” Non essendo stato possibile celebrare la Messa esequiale il venerdì santo, dopo la settimana in Albis, giovedì 2 maggio alle ore 9,30 nel santuario di S.Maria degli Angeli  una Messa di  suffragio  sarà  presieduta dall’Arcivescovo  insieme a tutti i  sacerdoti che vorranno concelebrare. (il vicario generale d.Fabio Ciollaro)

+

L’Arcivescovo mons. Domenico Caliandro,

i sacerdoti della città di Brindisi e tutto il presbiterio diocesano,

insieme ai familiari,

affidano al Signore Gesù il caro

MONS. MARIO GUADALUPI

che,  proprio nel giorno del Giovedì Santo, è stato chiamato alla liturgia del Cielo.

La salma sarà portata nella chiesa della Anime domani 19 aprile, alle ore 10.

Nel pomeriggio, i funerali si svolgeranno alle ore 16 nel santuario di S.Maria degli Angeli.

Dopo la settimana in Albis, una Santa Messa di  suffragio

sarà  presieduta dall’Arcivescovo  insieme ai sacerdoti che potranno concelebrare,

nel santuario di S.Maria degli Angeli giovedì 2 maggio alle ore 9,30.

image_pdfimage_print