Carlo, Matteo, Silvio. Modelli di un nuovo umanesimo

Accomunati dalla luce di una Fede fortissima in Dio che ha illuminato le loro giovani vite, Carlo Acutis, Matteo Farina e Silvio Dissegna saranno al centro dell’evento pubblico che si terrà il 19 Aprile prossimo, nella Chiesa dell’Ave Maris Stella alle ore 20, presso il rione Casale di Brindisi. Relatrice sarà la Dott.ssa Francesca Consolini, postulatrice delle Cause di Beatificazione dei tre giovani. Interverrà Suor Annamaria Mulazzani, delle Oblate Benedettine di San Vito dei Normanni. Ospite d’onore Mons. Domenico Caliandro, Arcivescovo di Brindisi- Ostuni.
Il tratto distintivo che unisce i tre giovani, originari rispettivamente di Milano, Brindisi e Poirino (Torino), saliti al cielo in giovanissima età, a causa di malattie che non perdonano e dopo periodi di grande sofferenza, è l’aver messo al centro della propria vita un amore incondizionato per Gesù.
Essi traevano nutrimento dagli insegnamenti provenienti dalla famiglia e dai formatori parrocchiali in modo fresco e gioioso come fosse lievito, da far crescere con fermenti nuovi, alimentato dalla vita e dalle esperienze di tutti i giorni, comuni a tutti i ragazzi della loro generazione: lo studio, gli amici, la musica, lo sport.
In contesti e luoghi diversi una Fede scintillante faceva da sfondo allo scorrere lieto dell’infanzia e dell’adolescenza tanto da divenire forza, pilastro che sorregge.
E quando i giorni lieti sono stati squarciati dalla comparsa della malattia e dalla paura di dover lasciar questa vita, arriva la grandezza che distingue.
Ciascuno di essi ha dato testimonianza di eroico coraggio: fiducia, tenacia ma anche sereno abbandono alla Volontà di Dio.
”OGNI MIO DOLORE SIA UN GESTO D’AMORE PER TE, GESU’”, pronuncia Silvio, a soli 11 anni durante la sua agonia. Affetto da un tumore alle ossa, si spegne il 24 Settembre 1978. Silvio Dissegna è stato dichiarato, dalla Chiesa, Venerabile e continua il percorso verso la Beatificazione-
“VIVERE LA MIA VITA CON GESU’, E’ QUESTO IL MIO PROGRAMMA DI VITA”. E’ il proposito che Carlo Acutis manifesta spesso alla sua famiglia prima e durante la sua malattia, una leucemia fulminante che lo ha portato via a soli quindici anni il 12 ottobre 2006. Per il Servo di Dio Carlo Acutis è in atto il processo per la Causa di Beatificazione
“MIO DIO HO DUE MANI, FA CHE UNA SIA SEMPRE STRETTA A TE SICCHE’ IN QUALUNQUE PROVA IO NON POSSA MAI ALLONTANARMI DA TE, MA STRINGERTI SEMPRE PIU’; E L’ALTRA, SE E’ TUA VOLONTA’, LASCIALA CADERE NEL MONDO…PERCHE’ COME IO HO CONOSCIUTO TE PER MEZZO DI ALTRI COSI’ ANCHE CHI NON CREDE POSSA CONOSCERTI ATTRAVERSO ME”. Queste dolcissime parole sono state scritte da Matteo Farina, nostro giovane concittadino, che tanto stupisce per la bellezza e la grazia della sua testimonianza di vita. Matteo ci ha lasciato il 24 Aprile 2009 per un tumore cerebrale e, come i suoi coetanei Carlo e Silvio, ha donato le sue sofferenze al Signore, per la salvezza delle anime. Per Matteo si è aperta la fase preliminare il processo Diocesano per la Causa di Beatificazione.
CARLO, MATTEO, SILVIO: modelli di Fede eroica. Attraverso il loro esempio di vita possono davvero fondarsi le basi per un Nuovo Umanesimo, da intraprendere nell’intento di costruire animi rinnovati e nuovi cuori.

image_pdfimage_print